Contorni

Pomodori ripieni

0 comments

Questo piatto dei pomodori ripieni è ambivalente e può fungere sia da contorno per una cena a base di carne: arrosto, fiorentina alla brace oppure salsicce grigliate. Ma può anche funzionare benissimo come secondo piatto dopo una pasta o una zuppa. E’ una ricetta sostanziosa e molto versatile: infatti il ripieno può essere personalizzato in mille modi diversi a seconda della fantasia di chi sta cucinando. Io personalmente lo amo molto nella versione di questa ricetta e lo cucino volentieri sia per l’hotel di Cattolica che per la mia famiglia. Un’ultima annotazione: non si confonda questo piatto con i pomodori al gratin, o pomodori gratinati, molto in uso qui in Romagna in compagnia di una piadina. I pomodori al gratin in realtà non sono pomodori ripieni ma presentano solo un condimento a base di pangrattato, olio e prezzemolo.

Ingredienti

  • 4 pomodori grossi e sodi (ottimi i pomodori della varietà Beefteak)

  • 1 spicchio d’aglio

  • 6 olive verdi snocciolate

  • 6 filetti d’acciughe

  • una manciata di capperi salati

  • mollica di pane fresca

  • un battuto di basilico

  • 40 gr. di parmigiano grattugiato

Preparazione

  • Lavare bene i pomodori e tagliarli a metà, togliere la polpa interna e conservatela in una ciotola
  • Aggiungete alla polpa un tritato finissimo del vostro spicchio d’aglio, le olive e i capperi entrambi ben sminuzzati, infine i filetti d’acciuga schiacciati
  • Mischiate il tutto e lasciate riposare per un paio di minuti poi aggiungete al composto anche la mollica del pane, un filo d’olio e il battuto di basilico
  • Ora è essenziale mescolare il composto in modo da renderlo perfettamente omogeneo e senza grossi grumi
  • Una volta pronto il ripieno disponete i pomodori in una teglia da forno precedentemente ricoperta con carta da forno, e riempiteli con il composto
  • Quindi cospargete ogni pomodoro di un’abbondante spolverata di parmigiano
  • Cuocete in forno per circa 20-25 minuti a seconda della qualità dei pomodori che avete scelto, mi raccomando di controllare la cottura e di evitare che si formino bruciature sotto il pomodoro e sulla crosta del ripieno
  • Servite non troppo bollenti guarnendo il piatto con uno stelo di sedano

A un piatto come questo abbinerei un vino bianco leggermente mosso quale può essere un ottimo Chardonnay, vitigno originariamente francese ma largamente prodotto anche in Italia, che produce un vino inconfondibilmente secco e rotondo, ideale per ogni aperitivo o accostamento con crostacei. In questo caso si fa preferire in abbinamento ai pomodori ripieni per il suo brio e la sua ilare leggerezza, ideale contraltare di un piatto molto saporito.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*